Abilitata DM 37/08 lettera C
ApQ – Anfus Programma Qualità
Associati ANFUS
Informazione ANFUS

Che cos'è la Pietra Ollare

La pietra ollare anche detta steatite o pietra saponaria è una roccia di origine metamorfica formatasi in ere molto remote (2-3 miliardi di anni fa), ed è composta prevalentemente da  talco, con la presenza in percentuali minori di magnesite e dolomite ed in piccola parte da clorite, calcite, pirite, anfibolo e magnetite.

Il termine “pietra ollare” viene comunque impropriamente utilizzato per identificare tutte quelle tipologie di “rocce tenere” come i talcoscisti, le serpentiniti e altre rocce ricche di talco.

Tali diverse tipologie si riflettono anche sul colore della pietra ollare che, in base alla maggiore percentuale di talco presente, può variare dal grigio chiaro con venature e macchie bianche, al bluastro, al verdastro ed al bruno rossastro.

Vista la presenza massiccia del talco, la pietra ollare risulta compatta  e tenera, quindi facile da lavorare anche con attrezzi semplici e con peso specifico elevato.

Taglio della pietra ollare

Ulteriori caratteristiche sono:

  •      resistenza alle alte e basse temperature
  •      potere calorifico elevato
  •      conducibilità termica bassa
  •      inattaccabilità dagli acidi

 

Per queste peculiarità la pietra ollare trova impiego nella costruzione di stufe, caminetti ed accessori per la cottura dei cibi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.